fbpx

M News

Slider

Materiale o immateriale? Le illusioni ottiche protagoniste di un museo

Nato a Zagabria nel 2015 da un’idea dall’esperto di marketing croato Roko Živković e già presente in oltre 30 città del mondo, il format del Museo delle Illusioni propone un’esperienza che vuole essere al contempo visuale, sensoriale e educativa, e ha aperto a Milano in via Settembrini 11 la sua prima sede italiana.

Stanza Ruotata museo illusioniImage curtesy of Museo delle Illusioni Milano

Coinvolgente per gli adulti come per i bambini, offre una curiosa raccolta di oltre 70 attrazioni pensate per intrattenere i visitatori facendoli stupire e divertire cimentandosi con giochi a base di scienza, fisica, biologia, psicologia e matematica. Il percorso vuole dimostrare in chiave ludica come le nostre più diffuse certezze sul mondo percepito sono determinate da quelle che in realtà sono illusioni e prospettive alterate, che visitatori di tutte le età hanno l’opportunità di verificare grazie a una variegata selezione di illusioni visive, giochi, rompicapi ed allestimenti immersivi con nomi intriganti: Vortex Tunnel, Stanza del Sottosopra, Stanza dell’Infinito.

infinity roomImage curtesy of Museo delle Illusioni Milano

Tra questi vi è la stanza di Ames, una camera dalla configurazione miratamente distorta per creare un'illusione ottica di modificazione della prospettiva inventata nel 1946 dall’oftalmologo e psicologo americano Adelbert Ames Jr.: la forma trapezoidale di pavimento, soffitto e parete di fondo della piccola camera fa sì che chi la osserva con un occhio solo attraverso una fessura presente sulla parete anteriore la veda e percepisca come se si trattasse di una stanza a forma di parallelepipedo.

Stanza Ames museo illusioniImage curtesy of Museo delle Illusioni Milano

Il tavolo dei cloni replica cinque volte l’immagine di chi vi si siede producendo l’illusione di una tavola rotonda; la Sedia di Beuchet, ideata dallo psicologo francese Jean Beuchet nel 1963, fa apparire soggetti e figure grandi la metà di quelle che sono le loro dimensioni reali; una Playroom ricca di giochi e rompicapo mette alla prova destrezza e pazienza dei visitatori.

Con le sue attrazioni immateriali, il Museo delle Illusioni apre la strada a nuove esperienze del mondo materiale.


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo sia cookies tecnici sia cookies di parti terze. Può conoscere i dettagli consultando la nostra informativa della privacy policy.
Premendo OK prosegui nella navigazione accettando l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.