fbpx
 

M News

Slider

Soluzioni scalabili di decarbonizzazione e tecnologie a emissioni negative (NET): da CO2 industriale a materiali da costruzione carbon negative

In natura, la carbonatazione minerale è il processo di alterazione delle rocce da parte dell'acqua piovana, che è leggermente acida a causa dell'anidride carbonica atmosferica (CO2) che contiene: la reazione della CO2 con i minerali basici forma carbonati solidi innocui, simili a gesso, bicarbonato di sodio o antiacidi. I geologi ritengono che nel corso di milioni di anni abbia ridotto l'eccessiva CO2 nell'atmosfera preistorica a livelli che oggi consentono alla vita di sopravvivere.

 mineralcarbonationImage curtesy of Mineral Carbonation International 

Riconosciuta come "Best Clean Energy Startup" alla COP26 di Glasgow tra 2.700 soluzioni globali, Mineral Carbonation International (MCi) mira a rimuovere un miliardo di tonnellate di CO2 entro il 2040 sviluppando redditizi percorsi di decarbonizzazione attraverso la sua tecnologia scalabile: una piattaforma in grado di catturare e convertire in modo sicuro le emissioni industriali di CO2 in materiali sfusi solidi indicati per la fabbricazione di prodotti nuovi, a basse emissioni di carbonio e concepiti secondo principi di circolarità, destinati ai mercati delle costruzioni, industriali e dei prodotti consumo.

La tecnologia di MCi imita e accelera significativamente la carbonatazione minerale, un processo naturale della Terra, ottenendo una soluzione sicura e permanente che ha il potenziale per bloccare milioni di tonnellate di emissioni industriali di CO2 su base annua, risultando trainante in ambito CCU (carbon capture and use, cattura e utilizzo del carbonio), un nuovo campo della tecnologia pulita che tratta la CO2 come una risorsa, invece che come un rifiuto.

mineralcarbonation1

Il 7% delle emissioni globali di CO2 sono imputate all’industria del cemento / 7% of global CO2 emissions are attributed to the cement industry.
Image curtesy of Mineral Carbonation International

Basata su percorsi di processo e configurazioni di reattori molteplici, la piattaforma modulabile di MCi può essere adattata a una gamma di tipologie di carbonatazione minerale, consentendone l'ottimizzazione per un uso costruttivo e redditizio in diversi ambiti industriali. Richiede una fonte di CO2 (flussi puri catturati o diluiti dai gas di combustione) e materie prime: può utilizzare una varietà di materie prime minerali e rifiuti industriali ricchi di magnesio o calcio, come scorie di acciaio e residui di miniera, che reagiscono con la CO2 convertendola in materiali solidi.

Questi impianti NET (Negative Emissions Technology) sono solitamente situati presso una fonte di CO2 - tipicamente siderurgica, cementiera, mineraria, chimica - e i materiali solidi risultanti, aventi valore commerciale in diversi mercati, possono essere utilizzati in vari prodotti a basse emissioni di carbonio, quali calcestruzzi e cartongessi con impronta di carbonio negativa.

 

https://www.mineralcarbonation.com

 


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo sia cookies tecnici sia cookies di parti terze. Può conoscere i dettagli consultando la nostra informativa della privacy policy.
Premendo OK prosegui nella navigazione accettando l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.