fbpx
M News
Slider

Il nuovo aerogel è fatto con la carta riciclata

E’ nato il nuovo aerogel di cellulosa ricavato all’85% dalla carta riciclata.

E’ atossico, ultraleggero, flessibile, sottile, estremamente resistente, idrorepellente e biodegradabile.

Il materiale innovativo è stato progettato da un team di ricercatori della Facoltà di Ingegneria dell’Università Nazionale di Singapore (NUS). I ricercatori sono riusciti a ricavare dai rifiuti cartacei un aerogel dalle caratteristiche uniche che vanno ad aggiungersi a quelle già note degli aerogel comuni, realizzati in silice o in carbonio.

Aerogel di cellulosa

 

Oltre ad essere un ottimo isolante termico per gli edifici, ha una capacità di assorbimento del petrolio fino a quattro volte superiore rispetto agli altri assorbenti disponibili sul mercato. Può quindi essere utilizzato per bonificare liquidi dalle fuoriuscite di petrolio ed essere compresso per recuperare oltre il 99% del greggio assorbito.

Il suo utilizzo è ideale anche nel settore packaging. Potrebbe essere un’ottima alternativa ecosostenibile al pluriball oppure essere usato come rivestimento di materiali per il trasporto di farmaci.

 

cellulose aerogel 7

 

Le sue caratteristiche smart lo rendono potenzialmente applicabile anche nel settore biomedico. Può essere infatti iniettato in ferite da arma da fuoco ed espandersi all’interno della cavità fino a bloccare l’emorragia in corso.

Oltre ad essere biodegradabile, la sua produzione è più semplice, veloce ed economica e ha un ridotto impatto sull’ambiente: utilizza il 70% di energia in meno rispetto ai tradizionali aerogel, produce meno emissioni inquinanti e usa meno diossine nel processo di candeggio al cloro.

Tra tutti i possibili campi di applicazione l’idea è quella di raggiungerne inizialmente almeno 3: materiali isolanti per il packaging, abbigliamento invernale come strati termo isolanti e materiali per l’assorbimento del petrolio.


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo sia cookies tecnici sia cookies di parti terze. Può conoscere i dettagli consultando la nostra informativa della privacy policy.
Premendo OK prosegui nella navigazione accettando l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.